Informazioni sul metodoTerapia dei meridiani


Definizione

Il concetto di meridiano, in cinese "jingluò", appartiene alla medicina tradizionale cinese (MTC), la scienza medica praticata in Cina da migliaia d'anni. "Jing" indica la catena o l'ordito della tessitura, mentre "luò" sta per colpo o trama della tessitura. In analogia con le linee immaginarie che attraversano la Terra da Nord a Sud, "jingluò" fu tradotto inizialmente in francese con il termine di meridiano, termine che definisce ancora oggi questo concetto al di fuori dell'Asia. I meridiani sono canali di energia che percorrono il corpo umano. La definizione "terapia dei meridiani" è un concetto generico che riassume tutte le forme terapeutiche basate sulla stimolazione di questi canali.

Origine

Il testo classico per eccellenza che riassume i principi della MTC è il "Huangdi Neijing", ovvero il "Libro di medicina interna dell'Imperatore giallo", realizzato presumibilmente attorno al 200 a.C. Quest'opera medica specialistica presenta per la prima volta i principi fondamentali della MTC, tuttora validi, comprendenti anche la teoria dei meridiani.
La MTC veniva impiegata con successo nella cura dei piccoli disturbi quotidiani, ma ben poco poteva contro le malattie gravi, e la chirurgia in senso moderno non esisteva ancora. Per questo l'introduzione della medicina occidentale nella Cina del XIX secolo relegò inizialmente il sistema tradizionale a un ruolo di secondo piano, mentre nel 1929 la pratica della MTC venne addirittura proibita, sebbene solo in parte. Negli anni Cinquanta il governo comunista della Repubblica Popolare Cinese di recente fondazione avviò un programma di promozione dell'antico patrimonio culturale nazionale, concentrando molta energia nel tentativo di recuperare e migliorare la tradizione medica della MTC. Fu l'inizio della "moderna" MTC, che oggi in Cina viene insegnata all'università, accanto alla medicina occidentale. Una parte delle strutture mediche cinesi opera secondo i principi della medicina tradizionale e i pazienti possono decidere autonomamente il tipo di trattamento a cui sottoporsi in caso di malattia.
L'apertura della Repubblica Popolare Cinese al mondo esterno negli anni Settanta diede l'avvio anche all'esportazione dei metodi della MTC verso l'America settentrionale e verso l'Europa. Nel caso specifico dell'agopuntura si assistette a un vero e proprio boom. Nel 1995 le autorità cinesi pubblicarono un'opera contenente i criteri unitari relativi a diagnosi e terapia nella MTC, allo scopo di promuoverne lo sviluppo internazionale. Con il tempo i metodi della MTC si sono diffusi a macchia d'olio nei paesi occidentali: molti studi medici e cliniche offrono trattamenti di MTC, i dietisti tengono corsi di dietetica cinese, i fisioterapisti utilizzano la pratica del massaggio Tui-Na e anche le ostetriche ricorrono all'agopuntura nel loro ambito di competenza. Particolarmente apprezzati nei paesi occidentali sono i rimedi officinali cinesi, che nel frattempo si sono trasformati in una delle voci più importanti delle esportazioni dalla Cina. In seguito alla sua diffusione della MTC oltre i confini originari, la MTC è spesso soggetta a evoluzioni sconosciute nella stessa Cina. Un esempio è l'agopuntura applicata agli animali.

Fondamenti

La MTC considera l'uomo come un'entità unitaria, parte integrante della natura e del sistema di yin e yang. Lo yin e lo yang sono forze o forme di energia contrapposte ma complementari al tempo stesso, legate in un rapporto di reciprocità, come il giorno e la notte, la terra e il cielo, il freddo e il caldo.
L'alternanza dinamica tra yin e yang genera l'energia vitale della natura, il Qi, fondamento di tutto ciò che è vita, fonte di energia essenziale per l'organismo. Il Qi protegge il corpo dalle malattie, favorisce la crescita e lo sviluppo, stimola il funzionamento degli organi interni, genera e distribuisce sangue e fluidi, regola la temperatura, il bilancio idrico e la digestione. Il Qi scorre attraverso il corpo lungo i canali dell'energia, i cosiddetti meridiani. Esistono diversi sistemi di meridiani. Secondo la nozione più diffusa il corpo è attraversato da 12 meridiani principali (Jing Mai) e dal canale di concepimento (Ren Mai) e di digestione (Du Mai). I meridiani formano un ciclo che collega organi e sistemi organici per formare unità funzionali. Ci sono numerosi punti di agopuntura sui meridiani che possono influenzare il flusso del Qi.
Se gli elementi yin e yang si trovano in equilibrio dinamico all'interno del corpo, il Qi può scorrere senza impedimenti nell'organismo, che rimane così in salute. Le malattie si verificano quando l'armonia del sistema yin-yang viene disturbata, determinando blocchi e ristagni del Qi. La terapia dei meridiani si prefigge l'obiettivo di eliminare questo tipo di blocchi e ristagni del Qi, riarmonizzando il ciclo del Qi nell'organismo.

© 2020 Eskamed SA

Trovare terapeuta