Informazioni sul metodoArte della parola terapeutica, antroposofica


Definizione

L'arte della parola terapeutica è una terapia artistica che fa parte dei metodi curativi della medicina antroposofica.

Origine

L'arte della parola terapeutica è nata dalla corrispondente forma artistica ed è stata sviluppata all'inizio del XX secolo dall'attrice Marie Steiner-von Sievers (1867-1948) e dal marito Rudolf Steiner, fondatore dell’antroposofia. L'arte della parola portò a nuove forme di recitazione e di rappresentazione teatrale.
Attorno al 1920 lo scienziato e filosofo austriaco Rudolf Steiner (1861-1925), assieme alla dottoressa olandese Ita Wegman (1876-1943), fondò la medicina antroposofica. Le prime strutture cliniche dedicate all’applicazione pratica del nuovo principio medico sorsero ad Arlesheim (Basilea Campagna) e a Stoccarda già nel 1921, costituendo il punto di origine per la successiva diffusione della medicina antroposofica in tutto il mondo.

Fondamenti

L'arte della parola terapeutica si basa sulla concezione antroposofica del corpo umano. L’antropologia di tipo antroposofico considera l’essere umano nella sua esistenza fisico-psicologico-spirituale e lo suddivide in tre differenti regioni del corpo: il sistema nervoso e dei sensi nella parte craniale, il sistema metabolico e delle membra nella parte membranosa-addominale e il sistema ritmico nella parte toracica che ha il compito di coordinare la relazione tra gli altri due sistemi. È su questa base e quella della suddivisione dell’essere umano in quattro parti costitutive che i processi terapeutici e di diagnosi dell’antroposofia sono fondati. Le quattro parti costitutive dell’essere umano si influenzano a vicenda: il corpo fisico è la parte visibile dell'organismo, il corpo eterico è l'unione delle forze vitali (crescita, rigenerazione), il corpo astrale contiene la vita spirituale interiore (sensazioni, sentimenti, consapevolezza), mentre l'Io, o l'organizzazione dell'Io, rappresenta il centro della personalità (autocoscienza).
Le quattro parti costitutive sono collegate tra loro e vengono separate solo dopo la morte. La loro interazione determina lo stato di salute dell'uomo. Le malattie si sviluppano da uno squilibrio di questi quattro elementi. La terapia deve pertanto prefiggersi l'obiettivo di bilanciare le forze delle quattro parti costitutive, ripristinando così l'armonia.
Nell'antroposofia le malattie non vengono intese come guasti da riparare, bensì come nuova occasione di sviluppo ed evoluzione della personalità. Le malattie vengono suddivise in categorie principali, subordinate alle quattro essenze, e possono essere di tipo sclerotico (corpo fisico), tumorale (corpo eterico), infiammatorio (corpo astrale) e paretico (organizzazione dell'Io). Tutte le malattie sono considerate la manifestazione esterna dell'anima e dello spirito. Ogni caso clinico necessita di una terapia individuale, poiché ogni patologia dipende dalle condizioni personali del paziente.
Il medico antroposofico ha la possibilità di prescrivere terapie artistiche antroposofiche, di cui fanno parte l’arte del modellaggio plastico, l’arte della parola, la terapia della pittura e la musicoterapia. Seguito da un terapeuta, il processo di recupero viene favorito dall'attività propria del paziente. I movimenti, le forme, i colori, i suoni o il linguaggio stimolano il paziente a partecipare attivamente alla propria guarigione. Il tipo di terapia artistica scelto per il trattamento dipende dai disturbi, dalle esigenze e dalle capacità di ciascun paziente. L'arte terapeutica della parola viene principalmente impiegata nel caso di disturbi nel campo dell'Io, poiché la parola rappresenta sempre anche un'espressione psichica. L'arte della parola, come ogni forma di comunicazione verbale, modifica l'espirazione e può pertanto avere un'azione regolatrice sugli organi della parola e della respirazione. Al riguardo è importante ordinare spazialmente l’articolazione dei suoni all'interno della bocca, eliminando il caos derivante dall’uso non organizzato di labbra, denti, lingua e palato attraverso esercizi mirati.

© 2020 Eskamed SA

Trovare terapeuta

Ulteriori inserimenti sul tema «Arteterapia»