Informazioni sul metodoEutonia Gerda Alexander


Definizione

L’eutonia (dal greco “eu” = armonico, “tonos” = tensione) Gerda Alexander è una programma pedagogico di movimento che mira a coadiuvare il paziente nel raggiungimento di un tono muscolare equilibrato e con esso di una maggiore consapevolezza della propria fisicità.

Origine

La pedagoga ritmica Gerda Alexander (1908-1994) si era dedicata allo studio della ritmica e dell’educazione al movimento secondo Jaques Dalcroze e negli anni Trenta iniziò a sviluppare una propria forma di lavoro corporeo. Nata in Germania, nel 1933 si trasferì in Danimarca. Nel 1959, in occasione di un congresso internazionale, presentò per la prima volta il proprio metodo dal nome “eutonia”. Gerda Alexander considerava il proprio sistema come un percorso di autocoscienza fisica, volto a rendere più armonico il rapporto del paziente con se stesso e con l’ambiente circostante.

Fondamenti

La tensione di base della muscolatura viene definita tono. Il tono è strettamente correlato alla psiche: sentimenti come la gioia o l’abbattimento si esprimono direttamente con un cambiamento del tono muscolare. Secondo i principi di Gerda Alexander, questa flessibilità del tono muscolare diminuisce nella maggior parte delle persone con il passare del tempo, portando a tensioni e blocchi muscolari, a loro volta responsabili di difetti posturali e danni causati da sollecitazioni eccessive. Le attività di percezione, contatto e movimento, se eseguite con attenzione e piena coscienza, migliorano la consapevolezza del proprio corpo e permettono di ritrovare la flessibilità naturale. Il paziente viene guidato verso uno stato di “tensione positiva”, caratterizzato dall’armonia di corpo, psiche e spirito, ed è in grado di reagire alle sollecitazioni esterne ed interne.

© 2020 Eskamed SA

Trovare terapeuta